19/12/2018 IL RITORNO DI MARY POPPINS (MARY POPPINS RETURNS)

Genere: Famiglia - Fantasy - Musica
Regia: Rob Marshall
Lingua: Italiano
Durata: 90 minuti

Trama: Il Ritorno di Mary Poppins è ambientato a Londra durante la Grande Depressione degli anni ‘30, ventiquattro anni dopo gli eventi del film originale. Michael Banks lavora nella stessa banca in cui lavorava suo padre e vive ancora al numero 17 di Viale dei Ciliegi con i suoi tre figli Annabel, Georgie e John e la domestica Ellen. Quando la famiglia subisce una perdita personale, Mary Poppins ritorna magicamente nella vita dei Banks e, con l’aiuto di Jack, li aiuta a ritrovare la gioia di vivere e il senso della meraviglia

Con: Emily Blunt, Lin Manuel Miranda, Ben Whishaw, Emily Mortimer, Julie Walters, Meryl Streep, Colin Firth, Dick Van Dyke, Angela Lansbury, David Warner, Jeremy Swift, Jim Norton, Pixie Davies, Bernardo Santos, Kobna Holdbrook Smith, Bern Collaco, Fran Targ, Johanna Thea, Joel Dawson, Jag Patel, Ian Conningham, Nathanael Saleh, Raj Awasti, Christian Dixon, Nina Kumar, Tarik Frimpong, David Gambier, Jonah Privett, Jeremy Azis, Calvin Chen, Bern Collaço, Steve Carroll, Nick Owenford, Martyn Mayger, Craig Stein, Alex Jaep, Richard Price

Trailer


Il fantasma di Canterville
PS4 Il fantasma

26/01/2019 Il fantasma di Canterville

Regia: Alessandra Bertuzzi
Lingua: Italiano
Durata: 90 minuti

Trama: Hiram Otis è l'ambasciatore degli Stati Uniti d'america alla fine dell’ottocento e, seguendo la moda dell'epoca, acquista un castello in Inghilterra. La famiglia Otis è composta oltre che da Hiram, dalla moglie Lucrezia, dal nipote Washington, dalla figlia Virginia e da due terribili e disobbedienti gemelli. Il castello acquistato dagli Otis è infestato dal fantasma di Sir Simon, scorbutico nobiluomo del tardo Cinquecento, costretto a passare l'eternità tra le mura del castello finché un'antica profezia non verrà compiuta. Mentre la famiglia stabilisce legami di buon vicinato con i nobili locali, Virginia passa molto tempo tra le mura del castello, in compagnia della governante. È l'unica cui sembra importare realmente della sorte di Sir Simon ed è anche l'unica che veda in lui del buono. Una storia che mette in contrapposizione Inghilterra e America sottolineandone i pregi e difetti.


E' questa la vita che sognavo da bambino?
PS5 questa è la vita

23/02/2019 E' questa la vita che sognavo da bambino?

Regia: Edoardo Leo
Lingua: Italiano
Durata: 90 minuti

Trama: Luca Argentero racconta le storie di grandi personaggi dalle vite straordinarie, che hanno inciso profondamente nella società, nella storia e nella loro disciplina. Raccontati sia dal punto di vista umano che sociale, con una particolare attenzione al racconto dei tempi in cui hanno vissuto. 
luisin Malabrocca, Walter Bonatti e Alberto Tomba, tre sportivi italiani che hanno fatto sognare, tifare, ridere e commuovere varie generazioni di italiani. Luisin Malabrocca, “l’inventore” della Maglia Nera, il ciclista che nel primo Giro d’italia dopo la guerra si accorse per caso che arrivare ultimo, in una Italia devastata come quella del ’46, faceva simpatia alla gente: riceveva salami, formaggi e olio come regali di solidarietà. 
automaticamente attirò anche l’attenzione di alcuni sponsor, fino a farlo guadagnare di più l’arrivare ultimo che tentare la vittoria. In poco tempo è arrivata anche la popolarità. 
in lui le persone hanno riconosciuto l’anti-eroe che è nel cuore di ogni italiano. Ma insieme alla polarità, sono arrivati nuovi sfidanti, in una incredibile corsa a chi arriva ultimo. Walter Bonatti, l’alpinista che dopo aver superato incredibili sfide con la roccia, il clima e la montagna, arrivato a oltre ottomila metri d’altezza, quasi sulla cima di una delle montagne più difficili da scalare del mondo, il K2, scoprì a sue spese che la minaccia più grande per l’uomo, è l’uomo stesso. 
eppure la grande delusione del K2 lo ha spinto ancora più in là, a mettersi alla prova in nuove sfide in solitaria, nuove scalate impossibili e infine a viaggiare in tutto il mondo. Tutto ciò per trovare la cosa più importante della vita: se stesso. Alberto Tomba, il campione olimpico che ha fermato il Festival di San Remo con le sue vittorie. 
l’insolito sciatore bolognese che con la sua leggerezza nella vita e aggressività sulla pista è arrivato a essere conosciuto in tutto il mondo come “tomba la bomba”. Uno dei più grandi campioni della storia dello sci, ha radunato intorno alle sue gare tutta la nazione, incarnando la rinascita italiana, forse illusoria ma sicuramente spensierata, degli anni’80. 
tre storie completamente diverse l’una dall’altra, tre personaggi accomunati da una sola caratteristica, essere diventati, ognuno a modo proprio, degli eroi.

Con: Luca Argentero


Fuorigioco
PS6 Fuorigioco

09/03/2019 Fuorigioco

Regia: Emiliano Masala
Lingua: Italiano
Durata: 90 minuti

Trama: Il 28 giugno 2012 è una data importante per varie ragioni, e in tutte c’è di mezzo un Mario. Per cominciare è il giorno di Italia-germania, semifinale dei Campionati Europei di calcio: pochi giorni prima la squadra tedesca ha “spezzato le reni alla Grecia” e l’ha buttata fuori ai quarti di finale, e ad impedire che la stessa sorte tocchi agli Azzurri c’è solo un uomo che può fare davvero qualcosa: Super Mario Balotelli. C’entrano sempre la Germania e la Grecia – il Paese, in pieno tracollo economico – in quello che sta facendo un secondo Mario: in quelle stesse ore Draghi ha in corso a Bruxelles importanti colloqui con Angela Merkel, durante i quali proverà a convincerla ad allentare la morsa dell’europa sull’economia italiana. Quello che però interessa a noi è ancora un altro Mario, tifoso di calcio che come metà degli italiani, in maglietta azzurra e armato di bandierone, si appresta a buttarsi sul divano per assistere alla partita in tv. Ma non ci riuscirà: affacciatosi un momento alla sua finestra del 6° piano vede sul cornicione accanto due sconosciuti, un uomo e una donna che si tengono per mano e che hanno tutta l’aria di volersi buttare di sotto.

Con: Ginpiero Judica, Elisa Lucarelli, Emiliano Masala, Francesca Porrini


Fare un'anima
PS7 Fare un'anima

30/03/2019 Fare un'anima

Regia: Andrea Chiodi
Lingua: Italiano
Durata: 90 minuti

Trama: Questo monologo, scritto e interpretato da Giacomo Poretti, raccoglie divagazioni e provocazioni su un organo che i moderni manuali di anatomia non contemplano ma di cui da millenni gli uomini di ogni latitudine hanno parlato: quando si sviluppa l’anima in un essere vivente? Esiste realmente o è solo una chimera, un desiderio? Oppure è così infinitesimale che non la si vede nemmeno con il più grande scompositore di particelle? e alla fine, anche se la scovassimo, l'anima a che serve? Cosa ce ne facciamo? o meglio, cosa vorrebbe farne lei di noi? Il progetto di questo monologo - spiega giacomo - mi frulla in testa da quando è nato mio figlio Emanuele. In quell’occasione venne a trovarci in ospedale un anziano sacerdote che mia moglie ed io conoscevamo bene. Si complimentò con noi e ci disse: bene, avete fatto un corpo, ora dovete fare l’anima. Per affrontarla ho usato il linguaggio dell’umorismo e dell’ironia e mi sono posto un sacco di domande.  come nasce l’anima? Spunta coi dentini da latte? o dopo? Quanto incide una corretta alimentazione a farla crescere? E, nel caso, sarebbe meglio una dieta iperproteica o senza glutine, oppure povera di sodio? Ma l’anima esiste davvero o è una nostra invenzione?  "e poi - prosegue Giacomo - a pensarci bene a cosa serve un’anima? Nessuno ti chiede di esibirla: quando ti fermano i carabinieri si accontentano di patente e libretto, se fai acquisti su internet bastano carta di credito e mail. L’anima sembra la cosa più antimoderna che possa esistere, più antica del treno a vapore, più vecchia del televisore a tubo catodico, più demodè delle pattine da mettere in un salotto con la cera al pavimento; lontana come una foto in bianco e nero, bizzarra come un ventaglio, eccentrica come uno smoking e inutile come un papillon.

Con: Giacomo Poretti


I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.